Andre Agassi, odiare un amore
In evidenza

25 Settembre 2019 Autore  

La biografia di uno sportivo è una tipologia di narrazione che affascina da sempre. Gli atleti più interessanti finiscono sui giornali, sui libri e al cinema con costanza, con delle produzioni alle spalle che cercano nuovi spunti per rendere singolari e più affascinanti il racconto.

Una carriera di per sé interessante può impattare con più facilità agli occhi del pubblico e della critica, ma dopo anni di eroismi applicati allo sport e di sportivi arrivati al top partiti dal basso, il rischio di produrre l’effetto contrario desiderato è dietro l’angolo. Perché raccontare la vita di un atleta - nonostante alcune volte in cui basterebbero i risultati sportivi raggiunti da loro stessi - diventa sempre più complesso in un momento in cui chiunque ha la possibilità di raccontarsi con dei mezzi di comunicazione a portata di mano. Risultare banali e noiosi è semplice, ma in questo caso non è andata così, perché la biografia di Andre Agassi si è distinta ed è riuscita a raccontare la carriera di un tennista fantastico, che ancora oggi ha un peso specifico all’interno di questo sport. “Open” è quasi un romanzo che gira attorno al tennis, uno sport che rende divinità i più grandi, ma che sa sbatterti da una parte all’altra come una pallina. Gli scossoni a volte lasciano più segni a seconda della quantità d’amore che il giocatore ha nei confronti di quella racchetta. 

 


Saper osservare gli attimi. Saperli raccontare. 

 

«Odio il tennis, lo odio con tutto il cuore. Eppure continuo a palleggiare tutta la mattina, tutto il pomeriggio, perché non ho scelta.... Continuo ad implorarmi di smettere e continuo a giocare, e questo divario, questo conflitto, tra ciò che voglio e ciò che effettivamente faccio mi appare l’essenza della mia vita...».

 

La lotta interna di Agassi accompagna il lettore per tutto il libro e Andre per tutta la vita. La sua carriera passa attraverso il racconto delle sue relazioni sociali, dei suoi risultati sul campo, ma soprattutto attraverso queste sensazioni che caratterizzano il suo modo di giocare e di vivere il suo sport. Con questa biografia, Agassi ha reso speciale la sua carriera da tennista, che di per sé aveva già un valore inestimabile. Così facendo ha reso ancor di più memorabile la sua prima vittoria a Wimbledon, il suo primo Slam, che ha sempre detestato con tutto se stesso per la città che lo ospitava e per gli aspetti culturali che lo circondavano.

LEGGI ANCHE: COMBATTERE IL RAZZISMO CON UNA POESIA

 

Così facendo ha reso inquietante la sua costruzione da tennista, partendo dall’infanzia contro “il drago” lancia palline costruito da suo padre per renderlo il migliore del mondo, arrivando fino alla ribellione sociale di un ragazzo che tentava ogni strada solo per farsi notare, per avere un’identità sua e non costruita da altri. “Open” entra di diritto nella carriera di Agassi con la stessa importanza di un Grande Slam. Con questo libro si è raccontato e si è fatto amare anche da chi non ha avuto la fortuna di vederlo giocare. Ogni singolo aneddoto viene raccontato con la giusta lucidità e con l’occhio critico di uno sportivo che ha dato e ricevuto tanto da questo sport, nonostante quell’odio a volte incomprensibile agli occhi di chiunque, anche di se stesso, perché vicinissimo a un’ossessione simile all’amore. Lo disse William Shakespeare, lo ha ripetuto il tennis ad Agassi: 

 

“Amami o odiami, entrambi sono a mio favore. Se mi ami, sarò sempre nel tuo cuore… se mi odi, sarò sempre nella tua mente”.

Daniele Furii

Nato l’ultimo giorno d’estate del 1995, anno in cui i tifosi italiani di calcio scoprivano Francesco Totti e Javier Zanetti. Laureato in Scienze della Comunicazione. Appassionato di tantissime cose, forse troppe. Tra queste c’è lo sport, di cui ogni tanto scrive.
 

Vuoi collaborare con ilCatenaccio? https://www.ilcatenaccio.it/contattaci oppure manda un messaggio alla nostra pagina Facebook

Seguici su https://www.facebook.com/ilcatenaccio/

LASCIA UN TUO COMMENTO

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Chi siamo

Il Catenaccio - Web Magazine Sportivo | Approfondimenti, statistiche, interviste, amarcord su tutto il calcio, italiano ed estero, e tutto lo sport! Ripartiamo in contropiede, dopo esserci chiusi e aver difeso, pronti ad andare in rete insieme a voi! Seguiteci per restare sempre aggiornati sul mondo dello sport!