Un giocatore, due cognomi e una classe superiore
In evidenza

10 Gennaio 2018 Autore  

Firenze, 25 luglio 2015, il giovane serbo Sergej Milinkovic-Savic si trova nella sede della Fiorentina, sta per firmare un contratto che lo legherà ai viola per le prossime stagioni. Mentre è lì con la penna in mano, si ferma e all'improvviso cambia idea, scoppia in lacrime ed esclama in inglese: “Scusate non posso farlo, non posso davvero...”. A questo punto il direttore sportivo della Fiorentina Daniele Pradè si indispettisce, blocca tutto e manda via il ragazzo. Il giorno dopo alla stampa dice queste parole: “Sergej ci ha chiesto di sostenere le visite mediche per poi parlare con la fidanzata e decidere, per noi però questo non va bene e se ha delle situazioni extra-calcistiche da risolvere allora ci tiriamo indietro e diciamo basta”. Nei giorni successivi la Lazio, che aveva già trattato con il Genk, suo club di provenienza, e con il calciatore, si rifà sotto e riesce a chiudere la trattativa. Sergej stavolta non ha ripensamenti e firma il contratto.

Con questo episodio, che sembra uscito direttamente da un film americano e che probabilmente Pradè continua a sognare la notte, inizia la storia italiana di Milinkovic-Savic, un giocatore, due cognomi e una classe superiore che gli hanno permesso in poco più di due anni di imporsi come uno dei migliori centrocampisti in Italia e in Europa.

In queste due stagioni e mezza con la maglia biancoceleste Sergej ha fatto vedere a tutti di cosa è capace: dall'alto dei suoi 191 cm (l'altezza è una dote di famiglia: il padre ex calciatore è alto 190 cm, il fratello Vanja, portiere del Torino, 202 cm e la madre era una giocatrice professionista di basket) riesce a vincere facilmente i duelli con gli avversari. Alla potenza però unisce anche una buona tecnica che lo porta spesso a provare il dribbling e spingersi in attacco dove ha lasciato il segno più di qualche volta: alla fine del girone d'andata ha già messo a segno 9 gol in campionato e 2 in Europa League eguagliando il suo primato di reti stagionali registrato lo scorso anno.

Deve molto della sua crescita a un allenatore attento e capace come Simone Inzaghi che ha fatto di lui l'elemento imprescindibile del centrocampo e ha trovato la posizione più adatta a lui: dietro a Ciro Immobile, in coppia con un altro calciatore che in questa stagione sta dimostrando di avere un valore importante, Luis Alberto.

Con numeri così, le sue prestazioni non stanno di certo passando inosservate. Lotito lo sa bene e non ha perso tempo rinnovandogli il contratto e chiudendo con 9 milioni di Euro una questione rimasta in sospeso con il Genk, che avrebbe avuto il diritto al 50% su una futura rivendita del calciatore. Mossa astuta se si pensa che le ultime voci di corridoio parlavano di un'offerta di ben 170 milioni proveniente dagli sceicchi del PSG: che le voci siano vere o no, il suo valore non è molto lontano e quasi sicuramente Sergej sarà al centro delle trattative del mercato estivo.

E chissà se anche nella sede di un top club europeo scoppierà a piangere e rinuncerà al contratto per rimanere alla Lazio.

Gianluca Di Mario

Nato nel 1994 sotto il segno dell'aquila, e non poteva essere altrimenti vivendo nel paese di Alessandro
Nesta. Ha fatto appena in tempo a vedere l'epopea Cragnotti, prima di innamorarsi dei colori biancocelesti
nei primi anni lotitiani, quelli dei 9 in un giorno e di Paolo Di Canio. Scrive di calcio e dintorni per
passione su ilCatenaccio.it grazie. Per gli amici, un soprannome straordinario, no che dico straorDiMario.

 

Vuoi collaborare con ilCatenaccio? https://www.ilcatenaccio.it/contattaci oppure manda un messaggio alla nostra pagina Facebook

LASCIA UN TUO COMMENTO

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Chi siamo

Il Catenaccio - Web Magazine Sportivo | Approfondimenti, statistiche, interviste, amarcord su tutto il calcio, italiano ed estero, e tutto lo sport! Ripartiamo in contropiede, dopo esserci chiusi e aver difeso, pronti ad andare in rete insieme a voi! Seguiteci per restare sempre aggiornati sul mondo dello sport!