0

Edin Dzeko spiegato a un bambino

Le favole di un tempo iniziano sempre nella ...
0

De Rossi è (di) tutti

Per leggere le ultime pagine di “Daniele De ...
0

La lettera di protesta delle calciatrici italiane

Alla vigilia della decisione sulla eventuale ...
0

Ripartire

Tornare a parlare di calcio dopo due mesi e mezzo ...
0

Agostino Di Bartolomei, il Garrone della Roma

Il 30 maggio 1994 Agostino Di Bartolomei si ...

La foresta di Wolfsberger

La seconda giornata di Europa League ha visto la Roma impegnata in terra austriaca, contro un’altra squadra che ha un lupo nel proprio stemma: il Wolfsberger. La partita non è stata una delle migliori giocate dalla squadra di Fonseca e il pareggio finale, oltre a confermare che c’è ancora molto da lavorare a Trigoria e che un turn over troppo spinto non è mai un bene, ha dimostrato anche il valore degli austriaci che si erano già imposti per 4 a 0 in Germania contro il Borussia Mönchengladbach.

Risultati immagini per wolfsberger

Il Wolfsberger Athletiksport-Club, a volte abbreviato in WAC, è una società storica nel panorama austriaco, fondata nel 1931, è però riuscita ad arrivare in massima serie solamente dalla stagione 2012-2013. Lo scorso anno ha ottenuto il miglior risultato della sua storia, classificandosi terza in campionato e ottenendo per la prima volta un pass per l’Europa League. Il WAC gioca le sue partite interne nella Lavanttal-Arena, lo stadio di Wolfsberg, cittadina di 25mila abitanti in Carinzia, tuttavia l’impianto, di soli 7500 posti, non è adeguato ad ospitare una competizione europea, così la società ha dovuto trovare un altro stadio per disputare la sua prima storica stagione europea. La scelta iniziale è ricaduta sullo stadio di Klagenfurt, capoluogo della Carinzia, cioè lo stadio di medie dimensioni più vicino a Wolfsberg, tuttavia non è qui che il WAC ha debuttato in Europa, ma più lontano allo Stadion Graz-Liebenau di Graz e il motivo è quantomeno particolare.

Risultati immagini per wolfsberger roma

Il Wörthersee-Stadion di Klagenfurt, impianto da 35mila posti costruito tra il 2005 e il 2007 per gli Europei del 2008, infatti non è disponibile perché occupato fino a fine ottobre da un’installazione di land art molto particolare. Al posto del rettangolo da gioco sono stati piantati più di 300 alberi, alti fino a 14 metri, una vera e propria foresta all’interno del campo, ad opera dell’artista Klaus Littmann. La sua iniziativa “For Forest – The Unending Attraction of Nature” è stata pensata per sensibilizzare gli austriaci sulla necessità di prendersi cura della natura che li circonda; tutti gli alberi infatti saranno poi ripiantati in un sito vicino alla città. Un modo per rendere protagonista la natura, in uno scenario che non le appartiene più, quasi a volerlo rivendicare come proprio. Le immagini degli alberi che coprono tutto il campo meglio di qualsiasi terzino di spinta sono inusuali e belle da vedere, anche se costringeranno i tifosi del Wolfsberger, ma anche quelli dell’Austria Klagenfurt, la squadra della città, che gioca nella seconda serie austriaca, a fare qualche chilometro in più pur di vedere la propria squadra.

Risultati immagini per wolfsberger

Internazionale

Altri sport

Interviste

Amarcord

Chi siamo

Il Catenaccio - Web Magazine Sportivo | Approfondimenti, statistiche, interviste, amarcord su tutto il calcio, italiano ed estero, e tutto lo sport! Ripartiamo in contropiede, dopo esserci chiusi e aver difeso, pronti ad andare in rete insieme a voi! Seguiteci per restare sempre aggiornati sul mondo dello sport!